Sgarbi delirio contro Di Maio: “Ha preso i voti di mafia e camorra”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 marzo 2018 11:07 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2018 11:07
Sgarbi delirio contro Di Maio: "Ha preso i voti di mafia e camorra"

Sgarbi delirio contro Di Maio: “Ha preso i voti di mafia e camorra”

ROMA – “Camorristi, tutti camorristi. Chi ha votato la camorra adesso a Pomigliano? Hanno votato i Cinque Stelle. Chi ha votato la mafia? I Cinque Stelle. Quando votavano la Dc si poteva dire e adesso no? Hanno la maggioranza? Evidentemente i camorristi hanno trovato utile votare i Cinque Stelle che non qualunque altro partito perché li avevano già votati”. Lo dice Vittorio Sgarbi, neo eletto di Forza Italia alla Camera sconfitto da Luigi Di Maio nel collegio di Pomigliano in Campania, a La Zanzara su Radio 24. Sgarbi torna ad attaccare ancora Luigi Di Maio: “Un piccolo fascistello, un falsario, bugiardo, cacasotto, un pezzo di m…”.

“Come fa – continua Sgarbi – uno a prendere il 63 o tutti quei voti contro di me? Perché è carino? Di Maio non sa un c…, è un falsario, ha promesso a tutti cose che non può dare, provi a governarla lui la Campania. Vediamo come tira fuori i soldi per il reddito di cittadinanza, bugiardo, falsario e pericoloso. Il fascismo comincia così”.

Perché fascismo? “Vi faccio un esempio. Minniti, il ministro degli Interni, varrà di più del signor Cecconi, uno cacciato dal Movimento Cinque Stelle? Non è un voto vero. E’ un voto automatico, quindi fascista”.

E però a Pomigliano… “Che mi frega del collegio, a Ferrara i Cinque Stelle hanno perso. Io ho vinto, sono parlamentare di Ferrara, a casa mia. Che mi frega di Pomigliano, quella era casa sua. E poi ero candidato di Forza Italia a Pomigliano, un partito incapace, non hanno messo fuori nemmeno un manifesto, inesistenti, contro di me, perché ho denunciato i loro traffici, cercavano i voti della camorra…”.