Elezioni 2018, sondaggi Emilia Romagna: LeU fa perdere Pd. E la Lega…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 febbraio 2018 11:59 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2018 12:12
Elezioni 2018, sondaggi Emilia Romagna: LeU fa perdere Pd. E la Lega continua a salire. Il caso Errani a Bologna

Elezioni 2018, sondaggi Emilia Romagna: LeU fa perdere Pd. E la Lega… (nella foto ansa, Vasco Errani)

BOLOGNA – In Emilia Romagna, secondo gli ultimi sondaggi, il Partito Democratico è in calo di almeno sette punti rispetto alle scorse politiche. Qui, infatti, il Pd prese il 37% nel 2013. Ora il partito di Matteo Renzi è dato al 30% (fonte del sondaggio: Affari Italiani). In ascesa invece la Lega di Matteo Salvini che qui nel 2013 raccolse un misero 2,6%. Adesso la Lega è data tra il 17 e il 20%. Un vero e proprio boom per Matteo Salvini e soci.

Intorno al 20% anche il Movimento 5 Stelle. A complicare le cose per il Partito Democratico c’è la presenza di Liberi e Uguali. Il partito di Pietro Grasso in Emilia Romagna al momento è dato intorno all’8%. E così la terra che un tempo era considerata un vero e proprio fortino per il Pd, ora rischia di regalare qualche sorpresa alle prossime elezioni politiche del 4 marzo.

Il caso simbolo della regione è quello di Bologna: nel capoluogo il Pd schiera Pier Ferdinando Casini, che di certo non è l’emblema della tradizione “rossa” in una delle roccaforti storiche della sinistra italiana. Leu invece ha candidato Vasco Errani, ex governatore e macchina da voti sul territorio. Non è difficile immaginare che gli elettori bolognesi che hanno sempre votato a sinistra facciano ricadere proprio su Errani il proprio voto, anziché votare uno che per loro è sempre stato un avversario democristiano. L’impressione è che a Casini potrebbe non bastare l’endorsement di Romano Prodi, secondo cui quello per il Pd è l’unico voto possibile (voto utile).