Elezioni anticipate o governo tecnico? “50 e 50”. Casini fa il bookmaker

Pubblicato il 10 Novembre 2010 11:31 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2010 11:40

Elezioni anticipate o governo tecnico? Le possibilità sono “50% e 50%”. Casini si improvvisa “bookmaker” e azzarda le “quote” per la scomessa di cosa accadrà nelle prossime settimane se si dovesse aprire una crisi nella maggioranza.

Intervenendo a Mattino Cinque, Casini non ha cambiato linea confermando la richiesta di dimissioni a Silvio Berlusconi pur nel rispetto dell’appello del Capo dello Stato (”c’è il rischio Grecia dietro l’angolo”) che ha definito inderogabile l’approvazione della Finanziaria.

Secondo Casini il premier deve prendere atto che ”un governo non c’è, perché una componente ha già detto che lo abbandona” e ieri ”si è visto che non ha una maggioranza. Tirare a campare e galleggiare non serve a nessuno, per cui penso che Berlusconi prima si dimette e meglio è”.

Per il Paese e per lui, perché in questi casi l’accanimento terapeutico non giova al paziente, anzi produce l’aggravamento della malattia”. ”Il problema – ha spiegato – è se Berlusconi riesce a fare un sussulto di consapevolezza della situazione o se continua in questa sorta di ormai ridicolo delirio di autosufficienza”.