Elezioni 2019, i risultati: Piemonte al centrodestra. Lega in testa, Pd avanza, M5s perde voti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 maggio 2019 15:59 | Ultimo aggiornamento: 28 maggio 2019 1:06
Elezioni comunali 2019 proiezioni: Piemonte centrodestra, ballottaggi a Livorno e Reggio Emilia

Elezioni comunali 2019 proiezioni: Piemonte centrodestra, ballottaggi a Livorno e Reggio Emilia

ROMA – Il M5s perde Livorno che va al ballottaggio, la sinistra si conferma a Firenze, Bari e Bergamo mentre il centrodestra riesce a tenere la poltrona del sindaco di Perugia e la Lega potrebbe conquistare lo scranno di Potenza. E ancora, il centrosinistra perde le regionali in Piemonte: il governatore dem uscente Sergio Chiamparino deve lasciare la poltrona al candidato del centrodestra Alberto Cirio. Questi i risultati più eclatanti della tornata amministrativa che si è appena conclusa. Tra le curiosità, Nusco, piccolo Comune dell’Irpina, dove è stato rieletto sindaco il 91enne Ciriaco De Mita per un secondo mandato consecutivo.

LIVORNO AL BALLOTTAGGIO – Nella città toscana fino ad oggi governata dal sindaco M5S Filippo Nogarin che non si è ricandidato è certo il ballottaggio tra il candidato del centrosinistra Luca Salvetti (sostenuto da Pd, Mdp e da due liste civiche) e quello del centrodestra, Andrea Romiti. Molto distante la candidata M5S Stella Sorgente, che non arriva neppure al ballottaggio. 

AVELLINO AL BALLOTTAGGIO –  Anche Avellino, governata da una giunta M5S caduta pochi mesi dopo l’insediamento, sembra andare ad un ballottaggio che esclude il candidato pantastellato.

5 x 1000

FIRENZE CONFERMA NARDELLA – Il sindaco uscente di Firenze, Dario Nardella (Pd), conferma lo scranno e riesce a fermare l’avanzata della Lega bloccando Ubaldo Bocci; molto indietro l’M5S con Roberto De Blasi. 

BARI CONFERMA DECARO – Anche a Bari il sindaco dem uscente Antonio Decaro si conferma vittorioso, staccando nettamente lo sfidante Pasquale Di Rella (FI) e lasciando le briciole ad Elisabetta Pani (M5S). 

BERGAMO CONFERMA GORI –  Stesso copione a Bergamo, dove il sindaco uscente Giorgio Gori (Pd), sostenuto dal centrosinistra, riesce a mantenere la poltrona insidiatagli da un concorrente temibile, l’ex presidente del Copasir Giacomo Stucchi, candidato dal centrodestra. 

PERUGIA CONFERMA ROMIZI (CENTRODESTRA) – A Perugia il sindaco uscente Andrea Romizi (FI) batte senza difficoltà il giornalista Giuliano Giubilei, sceso in campo per il centrosinistra e Francesca Tizi per i Cinque Stelle. 

CAMBOBASSO VERSO IL BALLOTTAGGIO –  A Campobasso i candidati del Pd Antonio Battista, del centrodestra Maria Domenica D’Alessandro e M5S Roberta Gravina, sono testa a testa e in tre si contendono i primi due posti per concorrere al ballottaggio. 

MODENA CONFERMA MUZZARELLI (PD) – Tra gli altri capoluoghi di provincia spicca Modena dove il sindaco uscente Gian Carlo Muzzarelli riesce a confermare la poltrona, staccando il candidato del centrodestra Stefano Prampolini.

REGGIO EMILIA AL BALLOTTAGGIO – A Reggio Emilia, dove si va verso il ballottaggio, è in testa il sindaco uscente Luca Vecchi che non riesce per un soffio a fare bis al primo turno. Solo terzi, molto distanziati, i Cinque stelle con Rossella Ognibene.

FERRARA AL CENTRODESTRA – Centrodestra in testa a Ferrara, dove Alan Fabbri – a scrutinio ancora in corso – stacca di numerosi punti il candidato del centrosinistra Aldo Modonesi. 

PESCARA AL CENTRODESTRA – A PESCARA potrebbe vincere già al primo turno il candidato di centrodestra, Carlo Masci, strappando la città al centrosinistra.

PAVIA AL CENTRODESTRA – Anche Pavia, commissariata ma il cui ultimo sindaco era stato di centrosinistra, potrebbe passare al centrodestra con il candidato Fracassi.

LECCE CONFERMA SALVEMINI – Il sindaco uscente DI LECCE Carlo Maria Salvemini, quando lo spoglio delle schede è ancora alle fasi iniziali, sembrerebbe riconfermare già al primo turno la poltrona. (Fonte: Ansa)