Elezioni, Marche al centrodestra dopo 50 anni con Francesco Acquaroli (FdI)

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2020 19:44 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2020 19:49
Elezioni, Marche al centrodestra dopo 50 anni con Francesco Acquaroli (FdI)

Elezioni, Marche al centrodestra dopo 50 anni con Francesco Acquaroli (FdI) (Ansa)

Elezioni regionali: le Marche passano al centrodestra dopo 50 anni. Vince Francesco Acquaroli (FdI)

Dopo cinquant’anni di centrosinistra con le ultime elezioni regionali le Marche passano al centrodestra: il nuovo presidente sarà Francesco Acquaroli, parlamentare di Fdi. A sostenere Acquaroli Lega, Forza Italia, Udc-Popolari, Movimento per le Marche, Civici per le Marche e Civitas-Civici per Acquaroli.

Maceratese di Potenza Picena, dove è stato sindaco, venerdì compirà 46 anni.

Una vittoria scritta: da oltre un mese, tutte le stime dei principali istituti demoscopici davano il candidato di Giorgia Meloni avanti sul diretto contendente, Maurizio Mangialardi, con una percentuale a due cifre; 10 punti in più secondo le stime che anche questa mattina giravano all’interno del comitato elettorale del neo governatore.

Una campagna elettorale faticosa

Per Francesco Acquaroli è stata una campagna elettorale particolarmente faticosa, durante la quale ha perso 10 chili. Su e giù per le Marche, guidando spesso da solo la sua macchina.

“Sabato si è riposato, aveva bisogno di recuperare le forze”, hanno riferito oggi dal suo staff, dal quale emerge anche grande soddisfazione per il risultato di Fratelli d’Italia nelle Marche, che oscilla tra il 16 e il 18%.

La giunta

In attesa di che la vittoria sia ufficiale, si comincia a guardare alla composizione della giunta: accanto al presidente, ci saranno sei componenti.

Acquaroli ha detto di voler rispettare la differenza di genere, ma soprattutto le competenze dei singoli, con la Lega – che al momento non sfonda e non diventa il primo partito delle Marche – che ha chiesto per sé tre assessorati chiave: sanità, agricoltura e pesca e attività produttive.

Tra le bocche al momento cucite del Pd, solo Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e presidente di Ali, ha accennato a un commento: “Grande rammarico per le Marche, se il Movimento 5 Stelle avesse fatto l’alleanza, che abbiamo cercato fino all’ultimo, avremmo vinto la quarta regione”. (Fonte: Agi)