Elezioni, M5s: “Fazio e Vespa fuori”. Intanto Di Maio, Renzi e Berlusconi vanno a Porta a Porta

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 gennaio 2018 16:38 | Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2018 16:40
Elezioni-Renzi-Berlusconi-Di-Maio-vespa

Elezioni, M5s: “Fazio e Vespa fuori”. Intanto Di Maio, Renzi e Berlusconi vanno a Porta a Porta

ROMA – Mentre le tv scaldano i motori per la campagna elettorale, in attesa del regolamento sulla par condicio da parte della Commissione di Vigilanza, Bruno Vespa mette a segno il primo colpo e ospita nel suo salotto i leader dei tre maggiori partiti. Si comincia martedì 9 alle 23.40 con Luigi Di Maio candidato premier del Movimento 5 stelle. Mercoledì 10 gennaio alle 23.45 Bruno Vespa ospiterà il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi e giovedì 11 gennaio alle 23.55 il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Contemporaneamente il presidente M5s della bicamerale Roberto Fico ha già annunciato di voler escludere dai programmi riconducibili sotto una testata e quindi autorizzati ad ospitare politici le trasmissioni di infotainment, non condotte da giornalisti sottoposti al tetto di stipendio di 240 mila euro. Una mossa che, se andasse in porto, porterebbe alla clamorosa esclusione dalla contesa di Porta a Porta di Bruno Vespa e Che Tempo che fa di Fabio Fazio. Due programmi da sempre protagonisti delle battaglie elettorali.

La campagna è già cominciata ma – con il Rosatellum che non implica l’indicazione di candidati premier ed il loro schierarsi in campo fin dall’inizio – la fase che conta, quella nella quale gli indecisi faranno la loro scelta, è l’ultimo mese prima del voto, fissato per il 4 marzo. Quel periodo sarà regolamentato in maniera stringente dalla par condicio. A partire da oggi, lunedì 8 gennaio, la Commissione di Vigilanza è al lavoro per discutere il provvedimento.

I simboli dei partiti vanno depositati al Viminale tra il 44/o e il 42/o giorno prima del voto (dunque tra il 19 e il 21 gennaio), le liste devono invece essere presentate tra il 35/o e il 34/o giorno prima del voto (dunque tra il 29 e il 31 gennaio). Le principali emittenti televisive attendono quella data per dare il via agli speciali e lanciare la sfida per tentare di ospitare i faccia a faccia tra i leader, sempre che i diretti interessati diano la loro disponibilità. Bruno Vespa intanto ha aperto le danze.