Elezioni regionali Lombardia: Fontana vince col 49,7%, Gori 20 punti meno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 marzo 2018 14:48 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2018 14:48
Elezioni regionali Lombardia: Fontana vince col 49,7%, Gori 20 punti meno

Elezioni regionali Lombardia: Fontana vince col 49,7%, Gori 20 punti meno

ROMA – Attilio Fontana ha ottenuto il 49,74% dei voti alle elezioni regionali ed è diventato presidente della Lombardia con un distacco di venti punti sul suo avversario di centrosinistra, Giorgio Gori, che si è fermato al 29,09. Dario Violi, dei 5 stelle, ha avuto il 17,36% delle preferenze, mentre Onorio Rosati di LeU l’1,93. Lo scrutinio è praticamente terminato: mancano infatti 12 sezioni su 9.227.

La lista di Liberi e Uguali si è fermata al 2,12 e quindi non avrà alcun esponente in Consiglio regionale. Fontana ha ottenuto leggermente meno preferenze delle liste che lo appoggiano, che sono arrivate al 51,25% con la Lega al 29,64, Forza Italia al 14,32, Fratelli d’Italia al 3,64, la lista Fontana presidente all’1,46%, Noi con l’Italia all’1,26, Energie per la Lombardia allo 0,53 e il partito Pensionati allo 0,38. Gori al contrario è stato più votato delle liste di centrosinistra.

Ha infatti avuto poco meno del 30% di preferenze contro il 26,99 delle liste con il Pd al 19,24, la lista Gori presidente al 3,03, +EUROPA il 2,07, Lombardia per le autonomie l’1,19, Italia Europa insieme lo 0,66 e Civica popolare lo 0,39. La lista del Movimento 5 stelle invece ha praticamente pareggiato il risultato del suo candidato governatore con il 17,8.

In Lombardia sono oggetto di contenziosi gli esiti di 12 sezioni elettorali (su 9227) e quindi non è possibile, al momento, chiudere in modo definitivo e certo la ripartizione dei seggi in Consiglio regionale. Le sezioni interessate dai contenziosi sono 10 a Seregno (Monza e Brianza), una a Busto Arsizio (Varese) e una a Cantù (Como), dove i rispettivi presidenti avrebbero inviato i verbali e le schede ai tribunali territoriali competenti per le verifiche.

Nell’attesa, a quanto si apprende, resta in ballo l’attribuzione dell’ultimo seggio spettante alla maggioranza, che sarebbe ‘conteso’ per poche centinaia di voti. Secondo i primi calcoli, alla maggioranza in Consiglio regionale spetteranno 48 seggi: 28 alla Lega, 14 a Forza Italia, 3 a Fratelli d’Italia, 1 alla Lista Fontana, e 1 a Noi con l’Italia mentre l’ultimo, appunto, resta ancora da assegnare.

A questi va aggiunto Attilio Fontana, vincitore delle elezioni per la Presidenza della Regione. Per quanto riguarda l’opposizione, al Pd e ai 5 Stelle andranno 14 seggi ciascuno, 1 a +Europa e un altro alla lista civica Gori Presidente. Un posto nell’aula di Palazzo Pirelli spetta infine a Giorgio Gori, secondo classificato nella corsa per la presidenza.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other