Elezioni regionali Lazio. Nicola Zingaretti, 300mila mila voti in più del Pd

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 marzo 2018 12:48 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2018 12:48
Elezioni regionali Lazio. Nicola Zingaretti, 300mila mila voti in più del Pd

Elezioni regionali Lazio. Nicola Zingaretti, 300mila mila voti in più del Pd

ROMA – “È stata una rimonta straordinaria e bellissima, la differenza tra il voto politico e quello regionale oscilla tra 250 e 300 mila voti”: esulta Nicola Zingaretti, primo presidente della Regione Lazio a essere rieletto e ci tiene a sottolineare il contributo personale alla vittoria nonostante la debacle del centrosinistra.

Nel tracollo nazionale un fortino resiste ed è la Regione Lazio: Nicola Zingaretti, alla guida di un’ampia coalizione che comprende anche LeU, vince e fa il bis: vince con il 33,1% dei voti (5247 sezioni scrutinate su 5314). Stefano Parisi, il candidato del centrodestra, in rimonta fino all’ultimo si è fermato al 31,3% . Roberta Lombardi, 5 Stelle, si è piazzata terza, staccata al 27,1%.

Nella Waterloo del Pd Zingaretti, parlando dal suo comitato elettorale rivendica il suo risultato, tutto personale. Poi sembra parlare oltre il ruolo regionale: “Nel centrosinistra è tempo di rigenerazione”, dice, “in questi tempi difficili difenderemo la Costituzione”.

Insomma i dati consegnano Zingaretti al secondo mandato, una vittoria importante nella tempesta che travolge il partito di Renzi e, scostandosi dal dibattito nazionale, si avvale dell’apporto anche di Leu, oltre che di Insieme, +Europa, Lista Civica Nicola Zingaretti e Centro Solidale per Zingaretti. Del resto il partito di Pietro Grasso ha scelto di sostenere Zingaretti perché con il suo programma garantiva “una svolta a sinistra”. Ma Zingaretti vale più della sua coalizione e trascina il Pd a tre punti in percentuale sopra la media. L’unico rischio per Zingaretti bis è quello di una maggioranza debole in consiglio, questo almeno sembrano per ora disegnare i dati.