Elezioni regionali in Puglia, exit poll: è testa a testa Emiliano-Fitto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2020 15:33 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2020 17:50
Elezioni regionali in Puglia

Elezioni regionali in Puglia, exit poll: è testa a testa Emiliano-Fitto (foto ANSA)

Dai primi exit-poll, in Puglia è testa a testa tra Michele Emiliano (centrosinistra) e Raffaele Fitto (centrodestra), entrambi tra il 39 e il 43%. 

In base al primo Intentiont poll Tecnè per Mediaset, alle regionali in Puglia Raffaele Fitto (centrodestra) e Michele Emiliano (centrosinistra) sono testa a testa con 39-43%.

Seguono Antonella Laricchia (M5S) al 13-17 % e Ivan Scalfarotto (Italia Viva) al 0,5-4,5%.

Regionali Puglia, Forza Italia critica Emiliano sull’uso dei social

Forza Italia critica il governatore Michele Emiliano, ricandidato per il centrosinistra, sull’uso dei social, prendendo di mira in particolare un post di ieri su Facebook.

“Ogni volta che un cittadino va a votare, mi chiama al telefono e mi dice ‘ho fatto il mio dovere’. Ed è una cosa bellissima”.

“Qualunque sia la vostra scelta – precisa Emiliano – vi mando il mio grazie da Presidente di una comunità splendida”.

“La scorrettezza di Michele Emiliano nell’uso della comunicazione sui social durante queste giornate elettorali merita di essere moralmente stigmatizzata”, afferma in una nota il deputato barese Francesco Paolo Sisto (Fi), sostenendo che “Emiliano si conferma pronto a tutto, addirittura ad identificarsi con ‘il dovere’ di ogni cittadino: una logica vicina a chi nega il primato della legalità e della libertà di scelta”.

Il commissario regionale, deputato Mauro D’Attis, e il vice commissario senatore Dario Damiani, riportano le parole sotto accusa definendole “meritevoli di essere esaminate nelle sedi competenti perché sono al limite della legalità – scrivono -. Il buongusto, invece, è stato ampiamente calpestato – aggiungono D’Attis e Damiani -: non si è mai visto un candidato invitare ufficialmente i cittadini al voto disgiunto. Sono comportamenti davvero indecorosi, che narrano la nefandezza della peggiore politica da cui ci auguriamo che la Puglia si liberi con il voto di oggi”. (fonte ANSA)