Elezioni Roma, Marino: “Punto a vincere al primo turno”

Pubblicato il 10 Aprile 2013 - 07:21 OLTRE 6 MESI FA
Ignazio Marino

Ignazio Marino (foto LaPresse)

ROMA – Ignazio Marino, candidato sindaco di Roma del centrosinistra, dopo la vittoria nelle primarie è ottimista: ”Penso di poter vincere al primo turno, in verità. Nel caso si andasse al secondo, credo che mi batterò con Marcello De Vito del MoVimento 5 Stelle. Alemanno ne ha fatte troppe, tra parentopoli e scandali vari”.

Marino risponde così in un’intervista sul sito dell’Espresso alla domanda su contro chi andrà al ballottaggio. Lo conosce, De Vito? ”No, ma sono molto desideroso di incontrarlo e di confrontarmi con lui. Molte delle cose che propone il M5S io le dico da anni, dal nucleare all’acqua pubblica, dall’ambiente alla trasparenza, appunto. Tra l’altro le ricordo che quando Grillo voleva candidarsi alle primarie del Pd io fui l’unico nel mio partito a oppormi alla decisione di escluderlo”.

Quindi anche De Vito sarebbe un buon sindaco? ”Non lo conosco ancora. Però il M5S ha un atteggiamento un po’ schizofrenico: da un lato predica trasparenza assoluta e chiede lo streaming quando incontra Bersani, d’altro lato fa riunioni a porte blindate che ricordano molto i vecchi caminetti della prima Repubblica. E non credo che Roma voglia un sindaco che si fa prelevare in autobus per andare a Genova a farsi dare ordini da Grillo. Comunque, spero di potermi confrontare presto con De Vito sui programmi”.

E di Alemanno, che dice? ”Cosa vuole che le dica, è una tale collezione di fallimenti che non c’è molto da aggiungere”. Lei e’ stato anche candidato alla segreteria del Pd quattro anni fa. Come lo vede, adesso, questo partito che sembra a un passo dall’implosione? ”Nessun accordo con Berlusconi, mai e poi mai. Gliel’ho già detto?”.