Un articolo, 516 emendamenti per spendere 4,5 miliardi che non ci sono

Pubblicato il 2 Novembre 2010 15:11 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2010 15:11

Poi dice che non lavorano…Avendo davanti un solo articolo di legge, l’unico che compone la finanziaria di Tremonti (non si chiama più così ma la chiamiamo ancora così per intenderci), i membri del Parlamento, di maggioranza e di opposizione non si sono risparmiati fatica e inventiva. Hanno “appoggiato”, impilato su quell’unico articolo 516 emendamenti. Cinquecentosedici a uno, lavorano eccome. E quanto fa 516 a uno? Nell’aritmetica parlamentare e politica fa quattro e mezzo. Quattro miliardi e mezzo di euro si spesa aggiuntiva se passano gli emendamenti. Destra e sinistra hanno chiesto in Parlamento di spendere quattro miliardi e mezzo in più.

Poi dice che non sono vicini alla gente, agli elettori…Quelli della maggioranza sono convinti e sicuri che, spirando aria di elezioni, sia meglio cominciare a spendere, insomma a spandere qua e là. Quelli dell’opposizione sono talmente convinti e sicuri di poter spendere da voler fondare il futuribile “governo tecnico” su questa prima pietra. Puntano a scalzare Berlusconi dal governo e immaginano di non pagar poi, un annetto dopo o giù di lì, dazio elettorale per “l’usurpazione” avendo nel frattempo speso e sparso.

Poi dice che non sono classe dirigente…Si sono solo dimenticati che quei soldi non ci sono.