Niente decreto rifiuti nel Consiglio dei ministri di giovedì 30

Pubblicato il 29 Giugno 2011 15:42 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2011 15:43

ROMA – Lega accontentata: nel Consiglio dei Ministri di giovedì 30 giugno non ci sarà il decreto sui rifiuti di Napoli. Un decreto molto atteso perché dovrebbe consentire il trasporto dell’immondizia al di fuori delle Campania. Un decreto, appunto, a cui si oppone la Lega nord.

Nella nota diffusa da Palazzo Chigi in previsione del Cdm si dice che il Consiglio dei ministri si occuperà  di una serie di argomenti – dal decreto legge con disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria al disegno di legge delega per la riforma fiscale e assistenziale – ma non dell’emergenza spazzatura.

L’esclusione del tema rifiuti dall’odg del governo accade proprio quando i presidenti della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, e della Provincia di Avellino, Cosimo Sibilia, tutti e tre di centrodestra, diffondono una nota congiunta: “Sollecitiamo urgentemente il Governo ad attivarsi ed assumere misure immediate e concrete in merito alla emergenza ambientale in Campania, attraverso l’inserimento nell’ordine del giorno del Consiglio dei ministri del decreto che contenga tra l’altro misure che consentano di trasportare rifiuti fuori regione. La nostra preoccupazione è grande, e l’evolversi della situazione potrebbe degenerare ed allargarsi dall’area metropolitana di Napoli a tutta la regione. Nel contempo chiediamo fortemente anche al Segretario nazionale del Pdl Angelino Alfano di farsi promotore delle nostre istanze presso il Governo. Da due anni – continua la nota dei Presidenti Cesaro, Cirielli e Sibilia – governiamo le nostre province con profondo senso di responsabilità e di collaborazione con il governo centrale ed oggi chiediamo a quest’ultimo uguale senso di responsabilità nei confronti dei cittadini dei nostri territori”.