Emilia Romagna, Franco Grillini: case popolari anche ai gay. Pd si astiene

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Dicembre 2013 19:31 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2013 19:35
Franco Grillini

Franco Grillini

BOLOGNA – Case popolari anche alle coppie gay. Lo proponeva Franco Grillini alla Regione Emilia Romagna, ma il Pd, dopo un tira e molla, alla fine si astiene. E l’emendamento viene bocciato. Spiega Grillini al Corriere di Bologna:

«La legge regionale – spiega Grillini – già tutelava i conviventi more uxorio, cioè le coppie non sposate che convivono come se fossero come marito e moglie. Ma uxor in latino significa moglie. E quindi, applicando alla lettera la legge, qualcuno potrebbe impugnare la legge sostenendo che le coppie gay non rientrano nella definizione di more uxorio».

Immediata la replica della capogruppo Pd in Regione, Anna Pariani: «Trovo importante che la maggioranza in Emilia-Romagna condivida l’idea politica che i diritti sociali delle persone non possono essere messi in discussione dalla forma di famiglia che ognuno sceglie. E questo è un punto avanzato già presente in questa legge, che è quindi in grado di cogliere le indicazioni della Corte europea e della nostra Corte costituzionale». In altre parole, rivendica Pariani, «c’è chi lavora concretamente per i diritti personali e chi invece vuole piantare bandierine. Qui non serve piantare bandierine, perché c’è già un bandierone che copre i diritti sociali delle persone in Emilia-Romagna».