Emilio Del Bono, sindaco Pd: “Profughi a lavoro gratis in cambio di ospitalità”

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 luglio 2015 13:53 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2015 13:53
Emilio Del Bono, sindaco Pd: "Profughi a lavoro gratis in cambio di ospitalità"

Emilio Del Bono, sindaco Pd: “Profughi a lavoro gratis in cambio di ospitalità”

BRESCIA – Profughi a lavoro gratis in cambio di ospitalità. E’ l’idea lanciata da Emilio Del Bono, sindaco Pd di Brescia, che ha chiesto al prefetto di stilare un protocollo speciale “affinché si faccia carico, insieme alla Asl e all’Ispettorato del Lavoro, di una serie di indirizzi basilari a cui tutti i Comuni, che volessero impiegare i profughi per lavori socialmente utili, possono guardare”.

Il prefetto sembra aver accolto positivamente la proposta ma Del Bono punta più in alto: “Che venga fatta una norma speciale a livello nazionale se serve”.

Gabriele Zanni, sindaco di Palazzolo sull’Oglio e presidente dell’Associazione comuni bresciani, spiega i dettagli al Corriere della Sera: “Prima i profughi non potevano lavorare per i primi sei mesi, adesso questa soglia è stata abbassata a sessanta giorni. Ma possono lavorare solo su base volontaria”.

Non lavorerebbero in fabbrica o nei campi ma sarebbero chiamati a “svolgere lavori di pubblica utilità e a basso rischio – aggiunge Del Bono – compatibili con l’assenza di una formazione specifica e sotto la supervisione di responsabili delle associazioni del terzo settore, delle cooperative sociali. Noi in città l’abbiamo già fatto, impiegandone una quindicina nella pulizia del cimitero Vantiniano. Io li ho incontrati, erano orgogliosi di quello che stavano facendo, dell’opportunità che gli era stata data”.

Lavoro gratis però in cambio di vitto e alloggio, anche se il 70% della spesa per l’accoglienza ce lo mette l’Unione Europea: costano in media 32,5 euro al giorno) ai quali si aggiungono i 2,5 euro al giorno che ricevono per le loro spese personali.