Enzo Erminio Boso è morto: fu l’Obelix della Lega in Trentino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Gennaio 2019 11:23 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2019 11:23
Enzo Erminio Boso morto: fu l'Obelix della Lega in Trentino

Enzo Erminio Boso è morto: fu l’Obelix della Lega in Trentino (foto Ansa)

TRENTO – E’ morto nella notte tra 10 e 11 gennaio per un attacco cardiaco l’ex deputato leghista Enzo Erminio Boso. Una figura di spicco nel Carroccio del primo approdo in Parlamento, anche per quel soprannome “Obelix”, che ne fotografava stazza e approccio con un mondo della politica allora molto più ingessato. Boso – scomparso a 73 anni – era del resto una delle figure storiche anche perche’ fondatore della Lega Nord e, amico personale di Umberto Bossi, tra i primi ad aderire al suo progetto in Trentino. 

Senatore dal 1992 al 1996, subentrò in Europarlamento a Gian Paolo Gobbo nel 2008. Nell’autunno 2013 manifestò l’intenzione, mai realizzata, di candidarsi alle primarie contro Matteo Salvini. Di recente era stato candidato alle Regionali trentine.  “Addio Enzo, rip”, ha scritto Roberto Maroni su Twitter.

“Oggi piango un amico, un vecchio amico, un compagno di tante battaglie politiche e di tanti momenti vissuti insieme”. Roberto Calderoli sfoglia l’album dei ricordi e riconosce che con Boso “se ne va un pezzo di storia della Lega, insieme a tanti ricordi”. 

“E’ stato un alfiere nelle battaglie per l’autonomia, ha sempre lottato per le ragioni del suo Trentino, del suo popolo e delle sue montagne, magari a volte – non si nasconde – esagerando nei toni, ma è sempre stato un uomo generoso e di grande cuore”. “Lo avevo incontrato pochi giorni fa, sabato scorso, quando mi ha accompagnato nel mio giro di incontri in Trentino, per parlare di autonomia e di altri aspetti istituzionali: fino all’ultimo – è il saluto da parte del vicepresidente leghista del Senato – ha lavorato per la sua gente”.