Eolico. Cappellacci su Carboni: “Sono stato un babbeo, ma solo all’inizio”

Pubblicato il 18 luglio 2010 10:30 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2010 11:44
cappellacci

Ugo Cappellacci

”Sono stato un babbeo ma solo al principio! Quanto devo scontare per questo? Mi diano qualche giorno per dabbenaggine! La verità è che sono stato troppo educato e cortese, ne sono pentito”. Lo afferma al “Corriere della Ser”a il governatore della Sardegna Ugo Cappellacci, indagato nell’ambito dell’inchiesta sui progetti dell’eolico nell’isola, sui suoi rapporti con Flavio Carboni.

 ”Non c’è un solo atto che io abbia fatto contro la legge – si difende Cappellacci -, anzi – aggiunge – leggo sui giornali che Carboni si lamenta, e molto, di me. Mi sono preso anche insulti”. Poi ammette di aver ricevuto ”raccomandazioni” per Carboni. Sul coordinatore del Pdl Denis Verdini, Cappellacci dice: ”C’è un punto giudiziario e sarà in grado di dimostrarsi estraneo alle accuse. E uno politico: è un ottimo coordinatore. Abbiamo un rapporto eccellente”.

Il governatore della Sardegna spiega poi che si dimetterebbe ”solo se mi rendessi conto di non aver avuto come faro il bene dei sardi ma l’interesse personale” e rifiuta l’immagine di sé come quella di uno yes-man. ”Ciò che resterà di me – assicura – è che sono un no-man. Ho detto no. Non è stato consentito né un centimetro né un foglietto a sostegno di certi progetti e anzi il risultato va nell’interesse della Sardegna”.