Equitalia sì, Equitalia no. I sindaci si dividono e non sanno cosa fare

Pubblicato il 22 agosto 2012 10:44 | Ultimo aggiornamento: 22 agosto 2012 10:45
Graziano Delrio

Graziano Delrio (Foto Lapresse)

ROMA – Equitalia sì o no per riscuotere le tasse? I sindaci sono divisi. Se sono i Comuni a riscuotere direttamente, è il pensiero di alcuni, da un lato ci sono più costi, visto che si devono istituire delle agenzie ad hoc con gente che ci lavori, dall’altro ci sarebbe forse meno gettito, vista la maggiore politicizzazione dei Comuni. Ma la stessa Equitalia non vuole avere a che fare con i Comuni perché se questi sbagliano qualcosa i contribuenti se la prendono con l’Agenzia delle Entrate.

Secondo molti sindaci, scrive il Corriere della Sera, va tenuto conto che, se è vero che lo Stato deve incassare le tasse, va anche ricordato che alcuni cittadini non riescono materialmente a pagare. Per questo se sono i Comuni stessi a gestire la riscossione è più facile che si abbia una visione d’insieme, che siano più “umani”, dal momento che sono più vicini ai cittadini. Una visione condivisa anche dal deputato del Pdl Maurizio Lupi e da quello della Lega Giampaolo Dozzo.

La pensano così  il presidente dell’Anci, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, Graziano Delrio. Secondo lui spostare la riscossione dei tributi da Equitalia ai Comuni non porta all’indebolimento di Equitalia (“errore gravissimo” secondo Giampaolino), ma a rafforzare la lotta all’evasione. Secondo Delrio se sono i Comuni a riscuotere le tasse sarà tutto più semplice.

Stessa linea per Luca De Carlo, sindaco di Calalzo di Cadore, il Comune in provincia di Belluno che è stato il primo a dire addio ad Equitalia: “Da quando gestiamo noi la riscossione dei crediti i pagamenti sono più puntuali”.

Altri, invece, come il responsabile Pd all’economia Stefano Fassina, sono in linea con il presidente della Corte dei Conti Luigi Giampaolino e sostengono l’importanza di Equitalia, forte, secondo Fassina, “di un’esperienza insostituibile”.

Ma Delrio annuncia: a breve sarà raggiunto un nuovo accordo tra Anci e Agenzia delle Entrate per potenziare il contrasto agli evasori. I sindaci, sottolinea Delrio, non intendono “assolutamente indebolire il ruolo di Equitalia e dell’agenzia delle Entrate, tanto che con Befera abbiamo avviato collaborazioni e il progetto Anci per la lotta all’evasione”.