Esodati, Lega: “Occupiamo ministero e Parlamento”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Settembre 2015 14:22 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2015 14:23

ROMA – “La legge Fornero sugli esodati è una legge infame: occupiamo il ministero dell’Economia e il Parlamento finché non verrà trovata una soluzione”: il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, scende in piazza con i sindacati per chiedere tutele per gli ultimi 50mila lavoratori rimasti senza stipendio e senza pensione dopo la riforma Fornero.

“Lasceremo il palazzo solo quando verrà trovata una soluzione per gli esodati”, ha promesso Salvini, annunciando di essere pronto a votare con il Pd “pur di cancellare la Fornero. E’ una legge infame, abbiamo perso la pazienza. Non è possibile passare il tempo parlando di riforma del Senato, costituzione e matrimoni gay, mentre c’è una legge che sta per compiere 4 anni e ha derubato milioni di italiani”.

I leghisti hanno sbottato dopo il nulla di fatto all’incontro di martedì mattina con il sottosegretario dell’Economia, Pier Paolo Baretta. La Lega vuole parlare direttamente con il ministro Pier Carlo Padoan. 

Per il momento, però, al vaglio dell’esecutivo non ci sono ancora proposte concrete per i lavoratori che avevano sottoscritto collettivamente accordi di incentivo all’esodo: “Il governo sta attualmente valutando una soluzione. Il ministro Padoan e il ministro Polettistanno seguendo i lavori con l’obiettivo di dare una risposta alle situazioni di disagio”. I sindacati però protestano e ricordano che sono 3 miliardi i risparmi dei precedenti stanziamenti per gli esodati.