Esodati, Uil: "Il ministero gioca al gioco dell'oca"

Pubblicato il 12 Aprile 2012 19:44 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2012 20:09

ROMA, 12 APR – Per la Uil ''il numero degli esodati comunicato oggi dal ministro fa pensare ad una sorta di gioco dell'oca. Viene infatti riproposta la quantificazione gia' ipotizzata in occasione del Decreto del 6 dicembre scorso e palesemente riferita a solo una parte delle tipologie di lavoratori da salvaguardare''.

Cosi' il segretario confederale della Uil, Domenico Proietti, commentando il dato diffuso dal ministero del Lavoro (65 mila).

''L'ulteriore intervento normativo annunciato – prosegue – deve quindi essere urgentemente varato, per dare risposte a tutti quei lavoratori che hanno sottoscritto un patto, che gli garantiva continuita' tra lavoro e pensione, e che oggi, dopo l'intervento di fine anno sul sistema previdenziale volto solo a fare cassa, rischiano di trovarsi senza alcun reddito''. Con la manifestazione unitaria di domani a Roma il sindacato chiede al Governo e al Parlamento ''di intervenire per sanare un vulnus allo stato di diritto e ripristinare un po' di equita' nel sistema previdenziale'', conclude Proietti.