Pd primo a Roma e Milano, Lega prima in Emilia e Umbria. Ora è città contro provincia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 maggio 2019 10:10 | Ultimo aggiornamento: 27 maggio 2019 10:11
Pd primo a Roma e Milano, Lega prima in Emilia e Umbria. Ora è città contro provincia

Pd primo a Roma e Milano, Lega prima in Emilia e Umbria. Ora è città contro provincia

ROMA – A Roma, dove governa la sindaca Raggi, il Pd di Zingaretti riguadagna il primato, è il primo partito, la Lega conquista le periferie e si piazza secondo, M5S sprofonda al terzo posto. In Lombardia il 43,4 degli elettori che hanno votato per le Europee ha scelto il partito di Matteo Salvini, distaccando il Pd di venti punti percentuali: ma a Milano il Pd vince con il 36% dei voti, ed è Salvini che deve inseguire con quasi dieci punti di distacco (27,4%).

In Piemonte la Lega strappa la Regione ai democratici ma dov’è che Chiamparino riesce a prevalere? Nel capoluogo, a Torino, la grande città. Marcia trionfale di Salvini, che ottiene percentuali a doppia cifra in tutte le regioni meridionali, sale sul podio più alto in Umbria e Emilia, ma oltre a Roma, Milano e Torino, deve inchinarsi al Pd anche a Genova e Cagliari, mentre i Cinque Stelle riescono a tenere Napoli, Bari e Palermo.

E, in effetti, questa contrapposizione nelle preferenze politiche tra città e provincia conferma un trend sperimentato in altre grandi democrazie (a cominciare dagli Usa), per cui la frattura destra/sinistra si declina a seconda della prospettiva geografica che oppone centro e periferia: nelle grandi città prevalgono progressisti e democratici, fuori dalla città i sovranisti. (fonte Ansa)

5 x 1000