Europee, Salvini: “Il 26 maggio sarà un referendum per la Lega”. Di Maio: “Anche Renzi lo disse”

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 maggio 2019 12:48 | Ultimo aggiornamento: 12 maggio 2019 15:22
Europee, Matteo Salvini: "Il 26 maggio sarà un referendum per la Lega"

Europee, Matteo Salvini: “Il 26 maggio sarà un referendum per la Lega”

ROMA – “Il 26 maggio sarà un referendum per la Lega”. Parola di Matteo Salvini che in comizio a Sanremo chiama a raccolta tutti i suoi elettori: “Non sono elezioni europee. Svegliate chi ancora dorme se sperate in qualcosa di nuovo. Dove governa al Lega si vede”, ha detto. E a stretto giro è arrivata la risposta al vetriolo dell’alleato di governo Luigi Di Maio, che ribatte: “L’ultimo che ha parlato di referendum è stato Renzi e non gli è andata bene”.

“Io non sfido gli italiani, li rappresento – ha detto il leader M5s – Gli italiani alle europee dovranno scegliere tra chi si vuole tenere gli indagati per corruzione nelle istituzioni e chi no. Chi abbassa le tasse nei comizi e chi, invece lo fa davvero. Chi aiuta le persone con il salario minimo, e chi non lo vuole fare. Chi dice che la donna deve stare chiusa in casa a fare più figli”. 

Di diverso avviso Matteo Salvini che a Sanremo dice: “Se non andiamo a votare, lasceremo ai nostri figli uno stato islamico fondato sulla paura”. In un altro passaggio Salvini torna a calcare la mano sui migranti: “Abbiamo dimostrato all’Europa che facciamo da soli. Questo mi è costato un tentato processo. Ora stanno provando di nuovo con il Tribunale dei Ministri di Catania. A loro dico, processatemi pure, ma non fatemi perdere tempo. Indagare un ministro che ferma un barcone per 4 giorni…, ma che c…”, è sbottato.

E sul decreto sicurezza bis, non ha dubbi: “Secondo me portare giustizia, sicurezza e disciplina in questo Paese è urgente – ha sottolineato il vicepremier – Sul Dl sicurezza qualcuno dei 5 Stelle ha detto non serve. Se hanno proposte in più ben venga, ma non sono accettabili i ‘No punto’ dai colleghi di governo. I signor no non servono”.

“L’Italia ha bisogno di sì – ha aggiunto Salvini – di cose da fare e non da bloccare. L’unica cosa che voglio bloccare sono i barconi”. (Fonte: Ansa)