Fabio Volo contro Salvini: “Vai a citofonare ai camorristi, str… senza palle”

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Gennaio 2020 11:44 | Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2020 11:44
Fabio Volo contro Salvini: "Vai a citofonare ai camorristi, str... senza palle"

Nel combo Matteo Salvini, a sinistra. Fabio Volo, a destra

ROMA – “Vai a citofonare ai camorristi se hai le palle, str…”. Così Fabio Volo si è scagliato contro Matteo Salvini, nel corso della sua trasmissione Il Volo del Mattino, in onda su radio Deejay.

Il conduttore ha fatto riferimento al gesto dell’ex ministro dell’Interno che a Bologna è andato a citofonare a casa di un tunisino, chiedendogli se fosse uno spacciatore. Un’ultima trovata elettorale che ha suscitato lo sdegno di molti, primo fra tutti il sindaco di Bologna, Virginio Merola, che gli ha detto di “vergognarsi”.

In onda su Radio Deejay, Fabio Volo non gliele ha mandate a dire: “Fallo con i forti lo splendido, non con i deboli. Sei solo uno str… senza palle”. Dopo il suo sfogo si è levato anche il popolo di Twitter che ha apprezzato la dura presa di posizione.

Ma l’indomani, il leader della Lega, torna alla carica: “Abbiamo segnalato a chi di dovere che là c’è chi spaccia droga”, ha detto a Mattino 5 giustificando il suo gesto. A muoverlo è stata mamma, che ha perso un figlio per overdose. “Gli spacciatori devono stare in galera, non a casa – ha insistito Salvini – Quando una mamma mi chiede aiuto, una mamma che ha perso un figlio per droga, faccio il possibile mettendomi in prima linea, anche se qualche benpensante protesta”.

Fonte: Radio Deejay