Facebook cancella un po’ di Lega. Rimossi dei post che incitano all’odio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2019 10:11 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2019 10:14
Facebook cancella un po' di lega

La conferma della rimozione dei post della Lega di Facebook

ROMA – “Lega-Salvini premier è stata esaminata e abbiamo riscontrato che alcuni commenti sulla nostra Pagina non rispettano i nostri standard della community. Abbiamo rimosso alcuni contenuti specifici…”. 

E’ il testo del post che Facebook ha pubblicato a conferma della rimozione di contenuti definiti di “incitamento all’odio” propalati dalla cosiddetta “bestia” di Salvini, ovvero la macchina di propaganda social della Lega.

La rimozione è stata notificata al profilo Facebook di un iscritto alla pagina Facebook “Cara italia”, fondata da Stephen Ogongo, giornalista 44enne, originario del Kenya, da 25 in Italia dove dirige una collana di testate riferibile a “Stranieri in Italia”. 

E’ la sua associazione (che aspira a consolidarsi e proporsi come voce politica organizzata di chi non ha voce) che aveva chiesto a Facebook la rimozione dei post di tenore razzista. Una vittoria di Davide contro Golia, suggerisce Repubblica.it. Una prima volta. 

A metà luglio, Ogongo ha pubblicato un video in cui chiede a Facebook “di chiudere le pagine di Salvini e della Lega e applicare le proprie politiche contro il razzismo e l’incitamento all’odio. Queste pagine – dichiara Ogongo – sono diventate luoghi di ritrovo virtuale per le persone che portano avanti apertamente discorsi sessisti, razzisti e di odio nei confronti degli immigrati, dei rifugiati, dei Rom, delle Ong e dei volontari che salvano le persone in mare”. (fonte Repubblica)