False cure ai parlamentari che incassavano rimborso: pm Napoli indaga per truffa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Ottobre 2013 19:28 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2013 19:28

False cure ai parlamentari che incassavano rimborso: pm Napoli indaga per truffaNAPOLI – Presunte false attestazioni di fisioterapie rilasciate a parlamentari che incassavano i rimborsi dal servizio sanitario integrativo. E’ l’ipotesi al vaglio della procura di Napoli, che ha avviato una indagine per falso e truffa. Il pm Henry John Woodcock ha disposto perquisizioni eseguite dai carabinieri del Noe. Risulta indagato, tra gli altri, l’ex deputato Pdl Marco Pugliese.

Gli indagati sono in tutto cinque. I magistrati ipotizzano i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e al falso. I militari hanno chiesto alla Presidenza della Camera l’acquisizione della documentazione contabilerelativa ai rimborsi al centro dell’inchiesta.

Il sospetto è che il centro Fisiodomus, ritenuto dagli inquirenti una “struttura fantasma”, chiuso da tempo e dismesso, sia stato utilizzato come “cartiera sanitaria”, rilasciando fatture per prestazioni fisioterapiche in realtà mai effettuate a favore di parlamentari. In questo modo sarebbero stati ottenuti rimborsi non dovuti erogati dal Servizio sanitario integrativo per i parlamentari.