Stretta sui farmaci griffati: il medico deve indicare il principio attivo

Pubblicato il 28 luglio 2012 18:42 | Ultimo aggiornamento: 28 luglio 2012 18:47

ROMA – Arriva una stretta sui farmaci griffati. Il medico, se per la prima volta segna un medicinale ad un malato cronico, o se si trova ad affrontare per la prima volta una malattia non cronica del proprio paziente dovrà indicare nella ricetta solo il principio attivo. O giustificare l’altra scelta. Lo prevede un emendamento alla spending review.

”Il medico che curi un paziente, per la prima volta, per una patologia cronica, ovvero per un nuovo episodio di patologia non cronica, per il cui trattamento sono disponibili piu’ medicinali equivalenti – recita l’emendamento approvato – e’ tenuto ad indicare nella ricetta del Ssn la sola denominazione del principio attivo contenuto nel farmaco”. ”L’eventuale prescrizione di uno specifico medicinale tra quelli equivalenti deve essere giustificata dal medico con sintetica motivazione scritta”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other