Farmacisti e tassisti, “non ci arrendiamo”. Balduzzi rilancia le liberalizzazioni

Pubblicato il 24 Dicembre 2011 8:59 | Ultimo aggiornamento: 24 Dicembre 2011 9:02

ROMA – ''Non abbiamo detto addio alle liberalizzazioni. Le discuteremo e le faremo'. Parola del ministro della salute Renato Balduzzi, che in un'intervista a Repubblica dice si' al confronto con i farmacisti e assicura: ''Nessuno vuole scardinare il ruolo dei professionisti''.

''Apriro' un tavolo con tutti i soggetti interessati'', dice Balduzzi. ''Il punto di partenza e' la necessita' che siano questi professionisti a dispensare tutti i medicinali. Ci si divide tra chi pensa che la vendita possa avvenire solo in farmacia, e chi in altri punti vendita''.

''Nella manovra abbiamo inserito un comma per dare la possibilita' ai farmacisti di fare sconti sui prodotti di fascia C. Si tratta di una novita' assoluta, che potrebbe rivelarsi importante per i cittadini e anche rappresentare un segnale per dire che non e' finita qui'', sottolinea il ministro. ''Abbiamo solo iniziato un discorso su cui vogliamo tornare, anche se non e' detto che ripercorreremo la stessa strada''.

Balduzzi interviene anche sul ticket. ''Dobbiamo fare una riflessione con tutte le Regioni per cambiarlo e renderlo piu' equo'', dichiara. ''Il pagamento non deve essere uguale per tutti, ma va rapportato al reddito familiare e al numero dei figli di ogni coppia''.