Fase 2, sondaggio Pagnoncelli: 58% italiani vuole riaprire tutto subito

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 9 Maggio 2020 12:35 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2020 12:35
Fase 2 Coronavirus, sondaggio Pagnoncelli: 58% italiani vuole riaprire tutto subito

Fase 2, sondaggio Pagnoncelli: 58% italiani vuole riaprire tutto subito (Foto d’archivio Ansa)

ROMA – Fase 2: oltre la metà degli italiani vuole riparire tutto. Lo dice un sondaggio di Nando Pagnoncelli, pubblicato sul Corriere della Sera.

Il 58% degli italiani vuole la riapertura di tutte le attività lavorative mentre il 24% è convinto sia necessario prolungare la chiusura per evitare il rischio di un aumento dei contagi da Coronavirus.

Scrive Pagnoncelli: ”L’aspettativa di apertura è decisamente più elevata nelle regioni del Nord-Est (70%), tra i lavoratori autonomi (artigiani e commercianti, 65%), particolarmente toccati dalle misure restrittive, e tra gli elettori dell’opposizione (75%)”.

Aumenta poi ”l’inquietudine per gli aspetti economici e sociali sia a livello generale sia personale. Solo il 14% ritiene che l’economia italiana si riprenderà già dal prossimo anno.

Invece il 28% prevede la ripresa tra un paio d’anni, il 26% entro 5anni e l’11% tra 10 anni.

Escludendo il 21% che non esprime previsioni, in media si prevedono circa 4 anni di situazione difficile. Insomma, ci aspettano tempi davvero lunghi e il pronostico degli italiani per una volta non appare influenzato dalla condizione professionale o dalle preferenze politiche”.

 Quanto al governo e al premier ”continuano a mantenere un consenso elevato e gli italiani non appaiono per il momento dare ascolto alle polemiche politiche che, anzi, sembrano infastidire i più perché sono vissute come mere speculazioni in una fase drammatica per il Paese”. (Fonte Corriere della Sera)