Fatto Quotidiano: i renziani “corteggiano” M5s dissidenti con Whatsapp

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Maggio 2014 8:37 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2014 8:37
Il Fatto Quotidiano: messaggi whatsapp dai renziani agli M5s critici

Il Fatto Quotidiano: messaggi whatsapp dai renziani agli M5s critici

ROMA – Pd 40%, M5s 21%. Un risultato che potrebbe indurre qualche parlamentare “critico” del Movimento 5 Stelle a guardare con più attenzione a cosa succede nel partito di Renzi. Non a caso, racconta  il Fatto Quotidiano, la sera stessa del voto sarebbero partiti una serie di messaggi “whatsapp” con mittente parlamentari renziani e destinatari “grillini critici” per chiedere “una mano sulle riforme”.

A scriverlo, senza però fare nomi di mittenti è destinatari è Luca De Carolis sul Fatto Quotidiano:

Nella notte di domenica, un paio di parlamentari renziani hanno inviato messaggi tramite Whatsapp ai telefonini di 3-4 grillini critici. Il primo è arrivato all’una di notte. “Dateci una mano sulle riforme” il contenuto del testo. Ne sono partiti altri, anche ieri mattina. Un dissidente racconta: “Non ho risposto, voglio lavorare per l’unità del Movimento. Ma questi messaggi non mi sorprendono”. Ma qualcuno potrebbe cedere? “Per ora no, credo”.

L’eco del pressing è arrivata anche dentro il Movimento. Un ortodosso è secco: “Ci aspettiamo problemi dai dissidenti”. Oggi pomeriggio c’è un’assemblea alla Camera. Tancredi Turco, voce critica, smentisce strappi: “Questo è il momento di confrontarsi e fare squadra, sono il primo a essere dispiaciuto del risultato”. Ma precisa: “Le voci che hanno criticato certe scelte ora vanno ascoltate, bisogna aprirsi al confronto”.