Fazio-Saviano: Maroni vuole il faccia a faccia con lo scrittore

Pubblicato il 18 Novembre 2010 22:16 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2010 23:38

Roberto Maroni

Maroni-Saviano, si distendono i toni, anche se ognuno, compreso il direttore di Rai Tre Ruffini rimane fermo nella sua posizione: a tre giorni dalla seconda puntata di ‘Vieni Via Con Me’ non si placano le polemiche e rimane l’incognita, il ministro dell’Interno andra’ lunedi’ prossimo in trasmissione? Oggi a Viale Mazzini l’atteso incontro tra il dg Mauro Masi e il direttore di Rai Tre Paolo Ruffini un colloquio – fanno rilevare alcune fonti al settimo piano – durato circa un’ora.

Il dg avrebbe chiesto al direttore direttore di rete, di contattare telefonicamente il ministro per trovare un’intesa e mettere fine una volta per tutte alle polemiche. Ruffini ha cosi’ cercato il ministro, impegnato a Napoli. Non riuscendo a parlarci direttamente si sarebbe rivolto al suo staff per una mediazione. Il direttore avrebbe nuovamente proposto al ministro o un video o una lettera da leggere in trasmissione.

Ma dall’altra parte, sempre secondo le indiscrezioni, la richiesta sarebbe stata quella del faccia a faccia in studio con Saviano. Ruffini avrebbe fatto presente che il programma non e’ un talk show e che nella puntata di lunedi’ lo scrittore ha solo esposto il suo punto di vista. Alla fine raccolte le richieste, il direttore di Raitre non avrebbe dato risposte rimettendosi ad un ulteriore confronto con l’azienda.

Dunque al momento nessuna svolta ma neanche una vera e propria rottura. Intanto il ministro in collegamento da Napoli e’ intervenuto in serata a ‘Porta a Porta’, in una puntata dedicata alla cattura del superlatitante Antonio Iovine ma in parte anche alla vicenda del programma di Fabio Fazio e Roberto Saviano: ”Mi ha contattato il presidente Garimberti che stimo ed e comunque una persona istituzionalmente corretta”.

E poi ha ribadito: ”Ho chiesto il diritto di replica in quella stessa trasmissione dove sono state cacciate le grandissime accuse alla Lega di essere l’interlocutore della Ndrangheta a Nord. Aspetto con serenita’ il verdetto ma sono allibito, mi aspetto che la Rai, il servizio pubblico faccia andare il ministro dell’Interno a replicare a queste accuse infamanti”. Ma avverte Maroni ”non voglio più occuparmi di questa vicenda ho gia’ scritto tutto quello che dovevo scrivere e attendo sereno la risposta dell’azienda”.

Intanto oggi Saviano era tornato a dire la sua: ‘Si, la ‘ndrangheta corteggia la Lega. E investe in Lombardia. Ma c’e’ un fenomeno piu’ inquietante di cui dovrebbe occuparsi Maroni: le mafie puntano su un’Italia divisa”. Ma non finisce qui si raccolgono firme a destra e a sinistra, pro e contro l’intervento sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta al Nord. Antonio Di Pietro si schiera a favore dell’autore di Gomorra e in poche ore raccoglie 11mila adesioni su Facebook.

Lo stesso fa Articolo 21 e anche il sito dell’Unita’ dove aderiscono da Dario Fo, a Vincenzo Cerami a Moni Ovadia. Mentre dopo la raccolta di firme per le dimissioni di Claudio Scajola e di Gianfranco Fini, il Giornale parte con una nuova campagna, questa volta contro Saviano ”L’autore di Gomorra – scrive nell’editoriale Vittorio Feltri – con toni ispirati da guru, fra un sospiro e un pianto dice che la criminalita’ terrona ha sfondato la linea del Po e prossimamente sfondera’ anche quella del Piave”.

Nuovi attacchi vengono anche dall’Avvenire che oggi ha lanciato un affondo contro Saviano per il suo discorso su ”fine vita, morte assistita ed eutanasia e, più in generale, per il modo unilaterale in cui trasmissione e conduttore hanno affrontato il tema”. Infine c’e’ chi come Vincenzo Vita del Pd fa notare che il ministro Maroni, sta replicando esercitando il suo diritto di contraddittorio a reti unificate ”in uno show continuato”: a Matrix, a Porta a Porta e domenica a In mezz’ora.

E domani Saviano e il ministro rischiano involontariamente di incontrarsi: nello studio Rai M2 di Via Mecenate a Milano: Maroni sara’ ospite di ‘L’ultima parola’ condotto da Gianluigi Paragone su Raidue. Nello stesso orario e a distanza di pochi metri, nello studio M3, ci saranno le prove di ‘Vieni via con me’.