Federalismo o fedeltà al Cavaliere Silvio? La Lega ora ci pensa: “Vale la pena buttare tutto a mare per salvare Berlusconi?”

Pubblicato il 12 Novembre 2010 11:04 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2010 11:17

Umberto Bossi

Fedeltà o federalismo? Formalmente è una questione che la Lega Nord si ostina a non voler porre. L’Umberto Bossi pubblico non perde occasione di ripeterlo, la Padania, il giornale del Carroccio, dedica al tema l’apertura: “Crisi pilotata, no a una crisi al buio”. La realtà, però, è leggermente diversa dalle parole. Per carità, per ora sono solo sfumature che, però, non appena la situazione dovesse precipitare, potrebbero trasformarsi in fratture.

La certezza del Carroccio, infatti, riguarda solo ciò su cui non è disposto a trattare, l’allargamento della maggioranza. Bossi lo ha detto utilizzando il solito linguaggio ‘vivace’: “L’Udc vada al mare”, e ha chiuso il capitolo. Di un Berlusconi bis, invece, si può parlare eccome anche perché permetterebbe al federalismo di andare in porto. Là però, c’è il problema Fini e quindi, di soppiatto, prende piede la terza soluzione: una riedizione del governo attuale “deberlusconizzato”. Berlusconi non lo accetterebbe mai ma, una soluzione Tremonti non può non far gola alla Lega. E più di qualcuno, scrive Marco Cremonesi sul Corriere della Sera, si chiede: “Non staremo mettendo in discussione il federalismo faticosamente perseguito «per difendere il fortino che sta crollando»”?

Il dubbio c’è, e soprattutto, prosegue il giornalista, “c’è chi non nasconde l’irritazione nei confronti del premier: «Poteva aspettare almeno di tornare dalla Corea prima di mandare tutto in frantumi. Se non vuole sentire ragioni, se non si fida di nessuno, risolva lui questa situazione. In cui, non dimentichiamolo, si è infilato da solo. O in compagnia di quelli che lo consigliano»”.

E poi, ultima perplessità delle Camice verdi, ci sono i sondaggi: il Pdl si è sgonfiato fino al 26%, la vittoria elettorale, in caso di urne, appare probabile ma non certa. Vale la pena di rischiare così tanto pur di “non tradire Silvio?”.