“Voce ai giovani”. A Roma Federico Lobuono, candidato sindaco a 20 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Settembre 2020 17:02 | Ultimo aggiornamento: 26 Settembre 2020 17:02
"Voce ai giovani". A Roma Federico Lobuono, candidato sindaco a 20 anni

“Voce ai giovani”. A Roma Federico Lobuono, candidato sindaco a 20 anni (Foto Ansa)

Federico Lobuono, il candidato sindaco di 20 anni a Roma pronto a sfidare la Raggi sul cui lavoro dice: “Non è tutto da buttare”.

Un passato tra le file del Pd, poi a scuola da Matteo Renzi. Nonostante la sua giovane età, Federico Lobuono ha sulle spalle già qualche anno di esperienza politica. E oggi, a 20 anni, lancia la sua candidatura a sindaco di Roma, diventando il più giovane di sempre a tentare la corsa in Campidoglio. “Non rinnego nulla del passato, ma questo è un progetto diverso – spiega -. Stamattina ho mandato un messaggio a Matteo (Renzi, ndr) ma lui ha visualizzato senza rispondere.

Non credo se la sia presa”. Al suo fianco ci saranno solo ragazzi under 25. “Dobbiamo ridare voce ai giovani e rompere una volta per tutte questa retorica dannosa per cui forse, un giorno, arriverà il nostro momento – spiega nel suo annuncio su Facebook -. No, non è così. Noi siamo il futuro, è vero, ma vogliamo incidere sul presente”.

Il percorso che ha portato alla formalizzazione della candidatura – che sarà presentata ufficialmente l’1 ottobre prossimo – è cominciata ad agosto con “laureandi, laureati e giovani lavoratori”, spiega Lobuono, a sua volta imprenditore in una start up. “Abbiamo raccolto tutti insieme i punti cardine del programma e abbiamo scritto la nostra visione per la città – sottolinea -, grazie anche all’aiuto di esperti, tra cui manager e amministratori delegati, che ci hanno dato i loro suggerimenti”.

“Credo fortemente che uno dei principali problemi di Roma – continua – sia il fatto che la politica non abbia una prospettiva, ma cerchi sempre il consenso immediato senza curarsi del futuro delle persone. A chi storce il naso, giudicandomi per i miei 20 anni, rispondo che non sono stati i giovani a ridurre Roma in queste condizioni”.

All’annuncio della sua candidatura, molti politici “tradizionali”, come li chiama lui, gli hanno scritto. “Sono di tutti gli schieramenti, anche del Movimento 5 Stelle – rivela -. E’ evidente che abbiamo stuzzicato l’interesse della politica, ma il nostro obiettivo ora è vincere”.

Il primo avversario su cui avere la meglio, e al momento unico candidato in Campidoglio, è la sindaca uscente, Virginia Raggi. “Non tutto quello fatto da lei è da buttare – ammette Lobuono -. Sulla legalità, per esempio, ha fatto un ottimo lavoro e ha avuto un grande coraggio. Sui servizi per la città, invece, ha commesso diversi errori, come quello sulle Olimpiadi. Non tanto nel non volerle ospitare, ma quanto nella giustificazione della decisione, e cioè per la paura dell’eventuale corruzione”.

“Noi – conclude Lobuono – non faremo polemiche, ma solo proposte su contenuti. Dialogheremo con quante più realtà possibili”. E se il centrosinistra decidesse di puntare su di lui come candidato unico? “Beh, sicuramente potremmo parlarne”. (Fonte Ansa).