“Un milione di euro al fratello per Terremerse”: chiesto il processo per Errani

Pubblicato il 26 luglio 2012 11:18 | Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2012 11:27
Vasco Errani

Vasco Errani (LaPresse)

BOLOGNA – Finanziamento regionale da 1 milione di euro alla coop Terremerse. Vasco Errani avrebbe favorito la coop del fratello Giovanni Errani, per questo potrebbe essere rinviato a giudizio. Il Corriere della Sera afferma che governatore della Regione Emilia Romagna sarebbe accusato dal Procuratore di Bologna Roberto Alfonso e il Pm Antonella Scandellari di aver occultato informazioni per favorire così il fratello.

Giovanni Errani è stato responsabile di Terremerse, coop in provincia di Ravenna, fino a gennaio 2010. A Giovanni la Procura avrebbe contestato il reato truffa aggravata ai danni di ente pubblico e falso, mentre per i due funzionari la richiesta di rinvio a giudizio sarebbe per favoreggiamento personale. Richieste di rinvio a giudizio sarebbero state proposte anche per il progettista e il direttore dei lavori della cantina, in concorso con Giovanni Errani, per gli attuali responsabili della società e per un collaboratore dell’ufficio aiuti alle imprese della Regione.

L’udienza preliminare si terrà a novembre davanti al Gup Bruno Giangiacomo. Errani è stato sentito, riporta il Corriere, circa un mese fa dal Procuratore e dalla Pm Scandellari. L’inchiesta era nata dopo un articolo dell’ottobre 2009 de ‘Il Giornale’, che aveva ipotizzato abusi e irregolarità nella concessione, risalente al 2005, di un finanziamento regionale da 1 milione di euro per la costruzione di una nuova struttura vinicola a Imola. La notizia dell’iscrizione del fratello di Errani nell’inchiesta risale all’estate del 2010. In seguito all’articolo del quotidiano, il presidente Errani contattò la Procura e si recò dai magistrati per dimostrare la regolarità della procedura adottata dalla Regione. Posizione poi ribadita in Aula davanti ai consiglieri regionali.