Fini e Bertinotti: “Palazzi della politica a volte lontani dalla gente”

Pubblicato il 15 Dicembre 2010 16:58 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2010 16:58

Fausto Bertinotti e Gianfranco Fini

”La separatezza tra istituzioni e società contraddistingue, di tanto in tanto, il rapporto tra la politica e i cittadini”. E’ uno dei passaggi del discorso pronunciato dal presidente della Camera, Gianfranco Fini, in occasione della presentazione del volume ‘La Camera dei deputati a Montecitorio. Storia fotografica’.

A rilevare la lontananza dei palazzi della politica dalla piazza, spiega la terza carica dello Stato, è  in particolare il capitolo del libro in cui ”si contrappone il ‘Palazzo’ alla ‘Piazza’. ”Le giornate che stiamo vivendo inducono a riflettere su questo rapporto”, sottolinea anche Fausto Bertinotti, presidente della Fondazione Camera dei deputati che ha curato il volume.

”Palazzo e piazza – aggiunge l’ex presidente della Camera – sono due termini che vanno sorvegliati perché ci aiutano a comprendere il rapporto tra le istituzioni e il Paese”. Bertinotti fa poi un riferimento esplicito agli incidenti che martedì 14 dicembre  hanno devastato il centro di Roma: ”Quando si delimita lo spazio tra istituzioni e i suoi palazzi – dice riferendosi al massiccio dispositivo di sicurezza che ha impedito ai black bloc di raggiungere Montecitorio – vuol dire che qualcosa non va”.

Il volume fotografico presentato mercoledì sarà distribuito il prossimo febbraio con il quotidiano ‘Il Sole 24 Ore’ e si inserisce nelle iniziative per i 150 anni dell’Unita’ d’Italia, ”per 140 dei quali la Camera dei deputati a Palazzo Montecitorio ha svolto un ruolo centrale – conclude Fini – nel processo di costruzione della Nazione e di soluzione dei problemi sociali”.