Fini: "Intollererabili gli insulti quotidiani della Lega al Sud"

Pubblicato il 16 ottobre 2011 14:33 | Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2011 14:33

NAPOLI, 16 OTT – ''E' francamente intollerabile che con responsabilita' istituzionali si insultino gli italiani del Sud accusandoli con tutti gli stereotipi che li vogliono pigri, assistiti''.

Cosi' Gianfranco Fini, presidente della Camera: ''Invece si digerisce tutto cio' che vuole Bossi, si chiudono gli occhi anche sulle offese al Sud pur di continuare a governare''. Parlando a Napoli, il leader di Futuro e Liberta' ha detto che la coalizione Pdl-Lega ormai e' diventata una ''caricatura'' del centrodestra.

In questo centrodestra ''non si puo' riconoscere chi viene da una cultura politica che considera capisaldi la legalita', la giustizia sociale, la coesione nazionale. L'Italia e' una e una sola, il federalismo non puo' essere la secessione''.

C'e', ha ricordato Fini, ''una moltitudine di italiani che non vogliono certo consegnare il Paese alle sinistre ma si rendono ben conto che per gli interessi del Paese occorre una politica che unisca; e si rendono conto che celebrare il 150.mo dell'Unita' e' un dovere perche' – ha detto il presidente della Camera alla platea napoletana – come ha detto tante volte il vostro piu' illustre concittadino, l'attuale capo dello Stato, o l'Italia si salva tutta insieme o tutta insieme rischia di deperire''.