Fini a Napoli: “Città tradita, deturpata e presa in giro”

Pubblicato il 21 Dicembre 2010 0:42 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2010 0:44

Gianfranco Fini

Ha scelto Napoli sommersa dai rifiuti per una nuova sortita contro Silvio Berlusconi. Intervenendo ad un’iniziativa di Fli proprio nel capolugo campano, il presidente della Camera Gianfranco Fini parla di “città bella quanto tradita, deturpata e presa in giro”.

”A breve – spiega Fini – qui ci sarà una competizione elettorale per il sindaco e già allora si vedrà che Fli è tutto tranne che un’operazione di Palazzo”. ”Quando parlo di citta’ tradita – ha proseguito Fini – non mi riferisco solo al problema antico dei rifiuti ma anche al lavoro per i giovani ad una speranza per i propri figli di cui c’èbisogno. Serve per Napoli qualcosa di più e di meglio e sono certo che i napoletani chiedono un centrodestra migliore di quello incarnato da Bossi e Berlusconi. Avevamo creduto – ha concluso Fini – nel progetto Pdl e se c’e’ una zona d’Italia che maggiormente è stata tradita da quel progetto è proprio questa qui dove si chiedeva più legalità e più onestà ”.

[gmap]