Firenze/ La poltrona del sindaco costa 2.000 euro. Ma Renzi lo scopre da un’interrogazione del Pdl

Pubblicato il 13 agosto 2009 14:55 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2009 14:55

matteo-renziI capi del ragionier Fantozzi si sedevano su “megagalattiche” poltrone in pelle umana. Lo stesso aggettivo lo ha usato il consigliere di opposizione fiorentino Giovanni Donzelli per ironizzare sullo scranno del sindaco Matteo Renzi, costato all’amministrazione duemila euro, scontro compreso.

Il primo cittadino ha scoperto però il prezzo dall’interrogazione di Donzelli e ha deciso di rimandare al mittente la super-sedia. «Ha ragione Donzelli, tutti quei soldi per una poltrona sono troppi. Non ne sapevo niente perché non spetta al sindaco decidere sulle spese di arredamento».

Ma Donzelli non cambia idea e insiste: «Renzi è stato colto con le mani nella marmellata. Spero solo che le sue giustificazioni siano bugie, altrimenti diventerebbe difficile pensare di affidare la guida di Firenze a un sindaco che non sa neppure dove si mette a sedere».