Flavio Briatore: “Tifo per il governo. Di Maio farà meglio di Monti che era un prof e non ha mai lavorato”

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 giugno 2018 15:40 | Ultimo aggiornamento: 7 giugno 2018 15:40
Flavio Briatore: "Tifo per il governo. Di Maio farà meglio di Monti che era un prof e non ha mai lavorato"

Flavio Briatore: “Tifo per il governo. Di Maio farà meglio di Monti che era un prof e non ha mai lavorato” (Foto Ansa)

ROMA – Flavio Briatore a La Zanzara su Radio24 si racconta a 360 gradi, dalla politica allo sport, passando per confidenze più personali. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il dirigente sportivo ha parlato del suo sostegno al governo Lega-M5s:

“Tifo per questo governo, Di Maio e Salvini mi sono simpatici e c’è grande entusiasmo. Non si può andare contro il voto popolare. Di Maio? Farà meglio di Monti che combinato disastri ed è un professore. Di Maio non ha mai lavorato? Non è vero, anche fare politica e prendere consensi è un lavoro. Anch’io sono partito da Cuneo a 12 anni raccogliendo le mele. Speriamo che i grillini dopo Roma abbiano imparato come si governa”. Sugli immigrati: “Ha ragione Salvini, non bisogna farli arrivare ma aiutarli a casa loro. Flat tax? Se un ricco ci guadagna va bene perché così investe. E’ da fare subito. Conte? Sono i due soci che decidono, se non va bene lo licenzieranno”.

Briatore ha parlato anche della situazione di Roma: “Una volta ho detto che i grillini erano inadeguati a governare. Mi riferivo a Roma. Ho detto che con Roma non hanno fatto una gran bella figura. Arrivare a Roma è più o meno come arrivare a Nairobi, forse Nairobi è meglio di Roma. Può darsi che abbiano imparato, d’altronde la gente li ha votati. Quindi non puoi andare contro il voto popolare”.

Sul reddito di cittadinanza: “Una follia. Al Sud stanno sul divano gratis, con il reddito ci stanno pure pagati e lo comprano a due piazze. Non investo nel Sud, la gente non ha voglia di fare. Chi ha voglia di lavorare va via dal Sud Italia”.

Sulla separazione da Elisabetta Gregoraci: “La separazione costa? No, assolutamente no. Non mi è successo niente, nel modo più assoluto, no. L’unica cosa che conta è la serenità del bambino. Tutto il resto non conta niente”.

Infine, una battuta su Buffon: “Fa bene sicuramente a continuare, uno come lui secondo me poteva continuare alla Juve. Lì sono problemi loro, ma io l’avrei trattenuto almeno un’altra stagione. Comunque va benissimo andare al Psg, al 100 per cento glielo consiglio”.