Flavio Tosi a Salvini: “Caino, dittatore…”. E pensa alla candidatura in Veneto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2015 15:45 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2015 15:45
Flavio Tosi a Salvini: "Caino, dittatore...". E pensa alla candidatura in Veneto

Flavio Tosi a Salvini: “Caino, dittatore…”. E pensa alla candidatura in Veneto (foto LaPresse)

VERONA – Questa mattina, su tutti i giornali, ha definito Matteo Salvini un “Caino travestito da Abele”. Qualche ora dopo quel “Caino” è diventato anche peggio, è diventato un “dittatore che vuole essere solo al comando della Lega Nord”. Flavio Tosi attacca a testa bassa Matteo Salvini. Lo fa definendolo “il dittatore della Lega”. E lo fa in una conferenza stampa nella sua Verona in cui, per ora, non annuncia la sua discesa in campo in Veneto contro Luca Zaia ma fa capire che l’aria che tira è quella.

Il giorno dopo lo strappo e la sua cacciata dalla Lega è quello del contrattacco. Tosi non le manda a dire. Definisce Salvini “sleale e scorretto”, poi affonda:

“La decisione di Salvini crea tensioni interne pesantissime nella Liga Veneta. A ridosso delle elezioni regionali, con il rischio di dividere il centrodestra e avvantaggiare gli avversari”. E, se fa tutto questo, “è solo per cacciare me e per lo scopo di costruire una Lega con un uomo solo al comando“.

L’ex leghista, quindi, parla con sofferenza del suo addio alla Lega:

Umanamente pesa parecchio che i miei 25 anni di Liga Veneta e Lega Nord siano stati chiusi in questo modo

Ma Tosi pensa soprattutto a togliersi sassolini dalle scarpe. E a dire quello che pensa di Salvini:

Resto convinto che il motivo fosse altro. Secondo me Salvini voleva il controllo dittatoriale della Lega Nord, e di questo si assume la responsabilità. È stata commissariata la Liga Veneta, cosa mai accaduta in oltre vent’anni di Lega Nord, in piena fase di predisposizipone delle liste

Il sindaco definisce la sua espulsione “un pretesto” per controllare le liste in Veneto. Quanto alla candidatura, però, non si sbilancia, dice che si prenderà qualche giorno di tempo per pensarci e aggiunge: “Ci sto pensando, ora bisogna ragionare a mente fredda”.

La candidatura, però, sembra a questo punto lo scenario più probabile. Tosi ha già sondato Ncd per una possibile alleanza. L’altro nome a cui è associato l’ex sindaco è quello di Corrado Passera da poco partito col suo progetto “Italia Unita”.