Lega, nuovo strappo. Tosi: “Se Monti farà proposte serie sarò con lui”

Pubblicato il 16 Novembre 2011 11:39 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2011 12:31

ROMA – Un nuovo strappo si annuncia tra la Lega Nord e uno dei suoi più noti esponenti, il sindaco di Verona Flavio Tosi. “Se farà delle proposte serie sosterrò il governo Monti”, ha annunciato il primo cittadino.

”Se Monti propone misure condivisibili nulla vieta che le si possa sostenere senza alcun problema”. Questa la posizione del sindaco di Verona, ospite a ”24 Mattino” su Radio 24. .”Per esempio, una patrimoniale sui grandi patrimoni sarebbe di assoluto buonsenso, piuttosto che colpire in modo generico le famiglie o i Comuni come ha fatto anche Berlusconi. Oppure penso alla dismissione del patrimonio dello Stato, a un taglio reale alle spese dello Stato centrale. Alcune cose come queste, se proposte, non si vede come non condividerle”. Il sindaco è invece più scettico sull’altra ipotesi che circola, la reintroduzione dell’Ici sulla prima casa.

Tosi poi ha attaccato il premier uscente: ”Berlusconi ha fatto tante belle cose per il Paese ma ne avrebbe fatta un’altra bella dimettendosi sei mesi o un anno prima, ma è andata così. Cosa farà ora non è una mia preoccupazione, il segretario del Pdl è Alfano e la Lega e Bossi si confronteranno con lui. Berlusconi non è cancellato dopo 17 anni ma nei partiti ci si confronta tra segretari, se Alfano poi vuole avere la guida di Berlusconi non mi riguarda”.

Tosi poi ha detto che fara’ parte del Parlamento della Padania, da lui definito ”un laboratorio di proposte, dove ci si incontra tra amministratori locali e parlamentari, e non una sfida allo Stato”.

Infine una battuta sui suoi rapporti con Bossi: ”Non ho mai pensato al rischio di una mia espulsione. Bossi è una persona vulcanica, privatamente certi ‘vezzeggiativi’ li usa, ma lo conosco da 20 anni: sono cose che si ricompongono con una pacca sulle spalle e guardandosi negli occhi”.