Lega, Tosi contro il Trota: “Raccomandato”, “I voti me li sono sudati”

Pubblicato il 3 aprile 2012 11:59 | Ultimo aggiornamento: 3 aprile 2012 11:59

Renzo Bossi (Foto Lapresse)

MILANO – Provi, il “Trota” Bossi, a candidarsi all’Europarlamento, “dove i voti bisogna conquistarseli”. Flavio Tosi, sindaco di Verona per la Lega, non usa mezzi termini quando parla a Radio 24 del figlio di Umberto Bossi. In sintesi ha detto che Bossi jr alla Regione Lombardia ci è finito da raccomandato da papà. E il Trota ha replicato precisando di essersi “conquistato” i consensi. “I voti me li sono conquistati lavorando sul territorio in provincia di Brescia, dove ben 12.893 cittadini mi hanno voluto come loro rappresentante”, ha detto Renzo che si è definito un “semplice militante.

Un titolo di cui vado fiero. Spero che sia il pensiero di ciascun esponente del movimento – ha aggiunto – lavorare per la realizzazione del progetto della Lega. Per quanto riguarda il futuro sarà il movimento, come sempre, a decidere come utilizzarmi e io farò quello che il movimento mi chiederà”.