Brambilla: “Quelli di Fli hanno la coda di paglia e si sono fatti diversi autogol”

Pubblicato il 2 Settembre 2010 8:40 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2010 9:06

”Mi hanno accusata di comportamenti totalmente estranei a me, al Pdl e al governo di cui faccio parte”. Lo afferma il ministro del Turismo, Michela Brambilla, in un’intervista al Giornale, in seguito alle dichiarazioni rese note dal sito di Generazione Futura, vicina al presidente della Camera, Gianfranco Fini.

”I finiani ci hanno abituato – prosegue la Brambilla – a una logica di contrasto, quasi di guerriglia ma adesso hanno trasceso”. Secondo il ministro, le accuse contro di lei, in realtà sono autogol per i finiani. ”Il problema è che le contestazioni se le aspettano, magari dagli ex di An – afferma – . Del resto non ci vuole la sfera di cristallo, basta andare al supermercato”, riferendosi al fatto che il malcontento per la svolta di Fini è opinione comune tra la gente.

In particolare, aver detto che si stavano preparando pullman con contestatori diretti a Mirabello ”è stato il palese tentativo di mettere le mani avanti. Solo che così facendo invece di crearsi un alibi di fronte ad eventuali contestazioni, hanno scoperto il proprio gioco”.

Quanto alla spaccatura interna al Pdl, secondo la Brambilla è possibile che si arrivi ad un riavvicinamento, ”con alcuni pare possibile – dice – anzi è già nelle cose. Con altri è molto difficile”. Il riferimento è per Italo Bocchino che, secondo Brambilla ”si comporta come il leader ma non credo che tutti siano disposti a seguirlo”.