In fuga da Fli, a Rieti se ne va Salatto: “La misura è colma”

Pubblicato il 8 Aprile 2011 20:04 | Ultimo aggiornamento: 8 Aprile 2011 20:04

ROMA – “La mia decisione è dolorosa, ma assolutamente inevitabile: annuncio ufficialmente le mie dimissioni da coordinatore di Futuro e libertà per la provincia di Rieti. La misura è colma, la gestione di Fli nella regione è ormai assolutamente scandalosa”.

Lo dichiara in una nota l’eurodeputato Potito Salatto, membro dell’assemblea nazionale di Fli, spiegando che ”la causa sta soprattutto nell’atteggiamento di due deputati peraltro non eletti sul territorio, ovvero il coordinatore regionale Buonfiglio e quello di Latina Barbaro”.

”La lista Fli di Latina e l’inciucio con la sinistra e il fasciocomunista Pennacchi – spiega – è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ormai è chiaro – aggiunge Salatto – che le decisioni cruciali per il partito vengono prese durante la notte, senza consultare chi avrebbe voce in capitolo, come il sottoscritto o come il senatore Candido De Angelis, dirigente nazionale che, lui sì, come me appartiene al territorio laziale”.

“Preoccupato e amareggiato – conclude – resto in attesa che i vertici nazionali si facciano finalmente carico di queste e altre problematiche simili, nell’interesse generale della tenuta di Futuro e libertà su tutto il territorio italiano”.