Foibe, ritrovati i resti del senatore Gigante e del brigadiere Diana. Gasparri: “Grande commozione”

di Daniela Lauria
Pubblicato il 8 Luglio 2019 18:12 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2019 18:12
Foibe, ritrovati i resti del senatore Gigante e del brigadiere Diana. Gasparri: "Grande commozione"

Foibe, ritrovati i resti del senatore Gigante e del brigadiere Diana. Gasparri: “Grande commozione”

ROMA – “Apprendo con commozione, dal Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate Vecciarelli, che, dopo gli accertamenti svolti dai reparti specializzati dell’Arma dei Carabinieri, alcuni dei resti recuperati nel territorio di Castua, nei pressi di Fiume, su iniziativa delle associazioni degli esuli istriani, giuliani, fiumani e dalmati, risalenti al triste periodo degli infoibamenti e del massacro di tanti italiani, appartengono al senatore Riccardo Gigante e al vice brigadiere dei Carabinieri Alberto Diana”. Lo ha detto il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, che si era occupato più volte dell’argomento.

“Ringrazio il Generale Vecciarelli, Onorcaduti e tutti i reparti delle Forze Armate e dei Carabinieri in particolare che hanno condotto questi accertamenti – ha aggiunto Gasparri – È una notizia che ha un grande valore morale e che certamente le associazioni degli esuli e i familiari del senatore Gigante e del carabiniere Diana hanno accolto, come me, con grande commozione”.

“Questo vuol dire onorare i caduti e le memorie della Patria che non possono essere mai cancellate, anche a decenni e decenni di distanza. Altre iniziative analoghe sono in corso per ricordare quanti furono massacrati in un momento tragico della storia europea del secolo scorso”, ha concluso il senatore.