Promessa di fondo taglia-tasse: già dal 2013 se calano evasione e spread

Pubblicato il 12 Novembre 2012 13:35 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2012 13:45

ROMA – Un fondo per il calo delle tasse. Fondo attivo già dal 2013 ma a determinate condizioni, ovvero se caleranno l’evasione fiscale e lo spread perché sarà alimentato proprio dalle maggiori entrate che arriveranno da queste voci. E’ quello che prevede l’emendamento alla legge di Stabilità approvato dalla Commissione Bilancio della Camera.

Rispetto all’emendamento che era stato presentato nei giorni scorsi dai relatori, sono state apportate alcune modifiche. Innanzitutto entrano a far parte del fondo anche le ”risorse derivanti dalla riduzione delle spese fiscali”, le cosiddette “tax expenditures”. Per quanto riguarda invece il contributo che arriverà dal calo degli spread, ovvero dalla differenza tra la spesa per gli interessi sul debito pubblico prevista e quella effettivamente erogata, sono stati tolti gli automatismi e la valutazione è rinviata al Documento di economia e finanza.

Il sottosegretario all’Economia, Gianfranco Polillo, intervenendo ai lavori della Commissione Bilancio della Camera, ha chiesto questa modifica a nome del Governo per evitare eventuali provvedimenti che avrebbero impatto sui mercati internazionali. ”Si tratta della normale prudenza del buon padre di famiglia”, ha spiegato.