Fornero: “Pensioni nella scuola? Regole non cambiano”

Pubblicato il 7 Marzo 2012 15:56 | Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2012 16:30

ROMA – Per i lavoratori della scuola non saranno portate ”indietro le lancette” per quanto riguarda le nuove regole sul sistema previdenziale. Lo ha detto il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, nel corso di un Question time alla Camera. ”Per quanto io possa umanamente comprendere il senso di delusione – ha detto rispondendo alla richiesta di allargare il mantenimento delle vecchie regole per gli esodati al personale della scuola fino al 31 agosto 2012 – non lo ritengo una ingiustizia e non credo che possiamo tornare sulla questione”.

Fornero ha definito quello della scuola ”tema molto spinoso. Abbiamo fatto una riforma delle pensioni – ha spiegato – assai severa ma vorrei ricordare le circostanze drammatiche”. Il Governo, ha spiegato, ”aveva ben presente le difficolta’ delle persone chiamate poi esodati” che per motivi collettivi o individuali avevano lasciato il lavoro pensando di poter andare in pensione con le regole precedenti. Ma se per queste persone sara’ possibile mantenere le vecchie regole questo non varra’ per le categorie ancora al lavoro. ”Per quanto io possa umanamente comprendere il senso di delusione – ha detto Fornero – non la ritengo una ingiustizia e non credo che possiamo tornare su questa questione riportando indietro le lancette per i lavoratori della scuola”.