Forza Italia, lunedì 25 novembre convegno “La Riforma di Roma Capitale D’Italia: più poteri, più efficienza”

di Marilena d'Elia
Pubblicato il 24 Novembre 2019 14:44 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2019 10:42
Forza Italia, lunedì 25 novembre convegno “La Riforma di Roma Capitale D’Italia: più poteri, più efficienza”

La locandina del Convegno di Forza Italia

ROMA – “Nuovi poteri per Roma Capitale”. Lunedì 25 novembre alle ore 15:30 presso la sala della protomoteca in Campidoglio, si svolgerà il Convegno ‘La Riforma di Roma Capitale D’Italia: più poteri, più efficienza’. Alla presenza dei vertici di Forza Italia, sì discuterà dei poteri e del ruolo da attribuire a Roma per consentire una gestione degna delle altre grandi capitali europee.

Come riporta Davide Bordoni, coordinatore romano di FI e capogruppo nell’Assemblea Capitolina, “ripartiamo dalla riforma del 2009 approvata dal Governo Berlusconi e vuole completarla in termini di maggiori risorse economiche e possibilità amministrative svincolandosi dalla Regione. Tra i temi del dibattito affronteremo la pericolosa condizione di degrado presente in Città, la quale, ormai giunta a livelli inaccettabili, procura un sensibile danno di immagine con pesanti ripercussioni su turismo e commercio che rallentano l’economia cittadina”.

Parteciperanno all’evento Franco Bechis, direttore del quotidiano Il Tempo, Francesco Saverio Marini, Ordinario di Diritto Pubblico presso l’università di Tor Vergata, oltre che tutti i rappresentanti istituzionali ai vari livelli di Forza Italia.Om una dichiarazione, il sen, Maurizio Gasparri precisa che “saranno discussi i “nuovi” poteri e funzioni da attribuire a Roma per consentirne sviluppo e crescita nel rispetto della eccezionale storia e in linea con il ruolo di grande Capitale moderna. Forza Italia riparte dalla legge di riforma del 2009 approvata durante il Governo Berlusconi e propone di completare il percorso attraverso una  Legge Costituzionale (già presentata dai Deputati di FI alla Camera) che attribuisca alla Capitale d’Italia ‘nuovi’ poteri in ambito legislativo e più estesi in ambito amministrativo. Durante gli interventi sarà affrontata l’ingiustificabile e pericolosa condizione di degrado in cui versa Roma, ormai giunta a livelli inaccettabili, che causa un grave danno alla vita dei cittadini, all’economia e all’immagine dell’intera Nazione”.