Francesca Barracciu e Antonio Gentile: i due sottosegretari che dividono

Di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 marzo 2014 11:36 | Ultimo aggiornamento: 1 marzo 2014 11:36
Francesca Barracciu

Francesca Barracciu (Ansa)

ROMA – Francesca Barracciu è stata nominata sottosegretario alla Cultura, unica rappresentante sarda del nuovo governo. “Sono felicissima, ringrazio il premier Renzi per questa scelta: onorerò l’incarico con tutta me stessa – ha commentato a caldo – il fatto di essere da sola aumenta la responsabilità. Un settore, quello della cultura, importante per il nostro Paese, ma anche per la Sardegna. Non solo per la difesa e la valorizzazione del patrimonio, ma pure in termini di ricadute occupazionali”.

La sua candidatura però divide. La Barracciu, renziana e vincitrice delle primarie del Pd in Sardegna, è stata iscritta nel registro degli indagati “per i rimborsi facili dei consiglieri regionali”. L’indagine ha frenato la sua corsa alla Regione Sardegna ed ora è stata “ripescata” tra le poche donne sottosegretarie. 

Anche l’alfaniano calabrese Antonio Gentile che va alle Infrastrutture, fa discutere. Per Giuseppe Giulietti di Articolo 21 si tratta di una “nomina inopportuna“. Gentile avrebbe infatti fatto fermare in tipografia l’edizione del 19 febbraio dell’Ora di Calabria: il quotidiano fu stoppato perché recava, in prima pagina, la notizia del coinvolgimento del figlio di Gentile nell’inchiesta sulla sanità calabrese.