Francesca Pascale: Dudù e Berlusconi, tale padre tale figlio

di Elisa D'Alto
Pubblicato il 15 Aprile 2013 13:21 | Ultimo aggiornamento: 15 Aprile 2013 13:25

Francesca Pascale sul palco a Bari con Dudù (Foto Lapresse)

BARI – E’ un gran don Giovanni il piccolo Dudù, “come il suo papà adottivo”. Tale padre, tale figlio. Però, rassicura la sua padroncina, “il suo papà lo sto tenendo sotto controllo io”. Al comizio di Berlusconi, sabato scorso a Bari, non mancava Francesca Pascale, la fidanzata ufficiale. Vestita di bianco in un tailleur fin tropo adulto per i suoi 28 anni, sfoggiava, come in altre occasioni ha fatto, un altrettanto candido barboncino, nano per l’esattezza. Dudù. Il cagnolino, che sia o no un regalo del potente fidanzato, è già un membro della famiglia e, a detta della signora, ricalca anche le abitudini del padrone.

Non teme i rischi, Francesca Pascale, che ai margini della manifestazione infatti dà un’amorevole strigliata al barboncino che suona altrettanto amorevole nei confronti del padrone del cane: un Don Giovanni, il cane come “il suo papà adottivo”, lo dice ridendo complice, la possiamo immaginare allargare le braccia. Qualche peccatuccio, via, si sa che agli uomini le donne piacciono, anche se si parla di cani. E nel parallelo la comprensiva Pascale specifica ulteriormente che al padrone, buontempone e don Giovanni, pensa lei. Lo tiene sotto controllo lei, tra un comizio e una passeggiata con Dudù, barboncino nano tutto suo padre.