Francesca Pascale: “Io e Berlusconi Capodanno insieme, Arcore è casa mia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Dicembre 2014 9:28 | Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre 2014 9:28

 

Francesca Pascale: "Io e Berlusconi Capodanno insieme, Arcore è casa mia"

Francesca Pascale: “Io e Berlusconi Capodanno insieme, Arcore è casa mia” (foto Ansa)

MILANO – Francesca Pascale e Silvio Berlusconi non stanno per separarsi: lo ha detto la napoletana in una intervista ad Antonello Caporale per il Fatto Quotidiano. La Pascale ha respinto le voci pubblicate su giornali e siti negli ultimi giorni, voci che parlavano di un allontanamento imminente tanto che, si diceva, lei non stesse passando le vacanze di Natale ad Arcore. Invece, assicura la Pascale, a Capodanno sarà accanto al suo Silvio.

Ma non è questo l’unico argomento che la Pascale e Caporale hanno affrontato.

Qua per esempio si parla della famosa spending review dei fagiolini (le cronache dicono che con la Pascale ad Arcore abbiamo smesso di pagarlo come oro):

Sa chi ha mangiato per ultimo al nostro tavolo i fagiolini?

Cottarelli?

Paolo Bonaiuti. Venne, pranzò amabilmente e ai saluti disse: ‘Caro presidente, oggi lascio Forza Italia e vado con Alfano’.

Sa che ero convinto che Bonaiuti fosse stato mandato da Berlusconi dentro l’Ncd? Anzi, a dirla tutta ritenevo che l’Ncd fosse una sigla civetta. Un vostro marchio, una sorta di outlet forzista.

In tanti lo pensano. Invece niente, è tutta farina del sacco di Angelino Alfano, è stato un dolore profondo, una delusione grandissima.

Poi si parla della Pascale ad Arcore:

Molti ferventi berlusconiani la ritengono una usurpatrice che interferisce oltre il limite del suo ruolo.

Sarà stato sorprendente scoprire che ho un cervello anch’io, e perfino un pensiero compiuto, delle idee, dei giudizi.

Lei oggi dovrebbe essere a Madrid, finalmente sciolta dal vincolo arcoriano.

Ho letto anch’io sui giornali di questa separazione. Mi commuove l’idea di tanta partecipazione alla nostra unione.

È un passatempo popolare. In famiglia si parla e si sparla: ma che polverina avrà messo la Pascale nel bicchiere di Berlusconi? Quale diavoleria avrà compiuto?
Il pettegolezzo ci sta, lo comprendo. Quindi aggiungo che mi trovo ad Arcore e con Silvio Berlusconi trascorrerò naturalmente il Capodanno.

Lei non ha trent’anni e veste come una signora attempata.

Così mi offende. Trovo naturale di essere sorvegliata nel vestire. I jeans li indosso quando vado in moto, sola e felice.

E poi del futuro di Berlusconi e di Forza Italia:

Non ha futuro. Non ha un successore.

È il suo assillo quotidiano.

Non le parlo di Fitto, non aggiungo altro su Alfano.

Lasciamo perdere.