Prima mossa di Nitto Palma: in carcere da Nicola Cosentino

Pubblicato il 9 Maggio 2013 16:20 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2013 16:20

Francesco Nitto Palma (Foto Lapresse)

NAPOLI – La prima mossa di Francesco Nitto Palma da presidente della Commissione Giustizia al Senato è stata quella di andare  a trovare Nicola Cosentino in carcere a Secondigliano. L’ex parlamentare Pdl è infatti in galera nell’ambito di un processo per camorra. Nitto Palma, che ha insistito fino all’ultimo per averlo in lista alle ultime Politiche, dice di averlo trovato “provato”: “Ho ritenuto opportuno fare una visita al carcere di Secondigliano e l’ho incontrato, dieci minuti e me ne sono andato via. Nella brevità dell’incontro – continua – ho visto una persona evidentemente provata da una situazione a cui non è abituato, ma sereno, pronto al giudizio della magistratura”.

“Sono convinto che gli elementi a suo carico non siano sufficienti per una condanna. Lo so perchè ho letto le carte e sono un magistrato. Ma ora la sorte di Cosentino è nelle mani dei suoi giudici. E i giudici decideranno come meglio riterranno. Mi permetto però di dire che nei provvedimenti nei quali non si è revocata la misura cautelare vi sono state delle valutazioni di carattere politico, e di carattere generale sul mio partito che io ho fortemente stigmatizzato sulla stampa senza che nessuno abbia osato smentirmi o obiettare qualcosa”. Poi aggiunge: “Avevo sostenuto la ricandidatura di Cosentino ma se in questo Paese non è possibile esprimere serenamente o liberamente un’opinione credo che probabilmente forse è opportuno andarsene”.